Rods&Cones 3.0: Elevare la collaborazione medica con una facilità plug-and-play senza soluzione di continuità

Rods&Cones 3.0: Elevare la collaborazione medica con una facilità plug-and-play senza soluzione di continuità

Abbiamo incontrato Bruno Dheedene, CEO e co-fondatore di Rods&Cones, per discutere in modo approfondito del recente aggiornamento del prodotto 3.0. Questo rilascio cruciale rappresenta un momento decisivo nella traiettoria dell'azienda, che riflette la sua continua crescita e adattamento. 

 

 Con il lancio della versione 3.0 di Rods&Cones, può dirci perché questo aggiornamento è considerato un momento cruciale per l'azienda? 

 BD: Assolutamente sì. Questa release è il culmine del nostro impegno costante nel comprendere a fondo le esigenze e le pratiche dei chirurghi e degli esperti del settore. Dato che la nostra piattaforma viene utilizzata in oltre 90 Paesi, in più di 1500 centri medici, con oltre 50.000 sessioni di casi reali registrate, abbiamo acquisito conoscenze preziose. Queste intuizioni hanno svolto un ruolo cruciale nella definizione della versione 3.0. Abbiamo concentrato i nostri sforzi nell'osservare da vicino e imparare dall'uso quotidiano dei nostri prodotti in sala operatoria e in ambienti remoti. Il nostro obiettivo? Semplificare l'esperienza dell'utente a tal punto da non richiedere quasi nessuna interazione. Vogliamo che il nostro design sia così semplice che chiunque possa prendere uno dei nostri kit, accendere i dispositivi e connettersi senza esitazione. 

 

Potreste approfondire un po' le specifiche dei miglioramenti, in particolare il nuovo design dell'interfaccia? 

 BD: Alla base dei nostri miglioramenti, in particolare per quanto riguarda il nuovo design dell'interfaccia, c'è un principio fondamentale: l'atto chirurgico deve sempre rimanere al centro dell'attenzione. I nostri utenti finali e clienti hanno trasmesso un messaggio chiaro: non vogliono una soluzione remota che possa distrarre da questa procedura vitale. Quando un chirurgo desidera interagire con un esperto del dispositivo o guidare un altro chirurgo attraverso un processo, l'interazione deve essere altrettanto fluida e persino più intuitiva di quella che si avrebbe se il pubblico fosse fisicamente presente nella stanza. I nostri perfezionamenti progettuali danno priorità a questa fluidità, assicurando che la comunicazione avvenga senza sforzo e che l'obiettivo principale - l'intervento chirurgico - rimanga in primo piano e senza interruzioni. 

 

Immagine sopra: Interfaccia ottimizzata del Portale esperto remoto dell'Rods&Cones

Oltre all'interfaccia, come sono stati migliorati i dispositivi del kit per migliorare l'accessibilità e la facilità d'uso. Può parlarne? 

 BD: Seguendo lo stesso obiettivo, che è quello di rendere le collaborazioni mediche senza soluzione di continuità, abbiamo aggiunto nuove funzionalità ai nostri dispositivi per rendere ancora più facile per i nostri utenti avviare una sessione remota. All'inizio, gli utenti avviavano una sessione con l'visOR scansionando un codice QR, un metodo efficace in ambienti sterili. Tuttavia, volevamo offrire una maggiore flessibilità. Ora, con qualsiasi dispositivo Rods&Cones, sia esso mirrOR, panOR o visOR, l'avvio di una chiamata è a portata di clic sul proprio telefono R&C. 

 

Immagine sopra: Per stabilire una sessione remota basta un clic da qualsiasi dispositivo R&C tramite l'applicazione per cellulari.

Con collaborazioni con importanti aziende del settore Medtech, in che modo queste partnership influenzano lo sviluppo dei vostri prodotti?? 

 BD La nostra collaborazione con le aziende leader del settore Medtech è sempre stata simbiotica. Sono in prima linea, lavorano a stretto contatto con i professionisti del settore medico e il loro feedback è prezioso. Abbiamo sempre dato priorità all'ascolto delle loro esigenze, assicurandoci che le nostre soluzioni siano in linea con le richieste reali del settore medico. È inoltre essenziale riconoscere che il settore, nella sua essenza, dispone di risorse limitate. Il nostro ruolo è quello di amplificare il potenziale di queste risorse, consentendo loro di avere un impatto su un numero maggiore di interventi chirurgici rispetto al passato, massimizzando così la portata e l'efficienza di ogni procedura medica. 

Inoltre, il Studio sui lattai" del Boston Consulting Group fa eco a sentimenti simili. Lo studio suggerisce che le aziende del settore Medtech devono rivalutare i propri modelli commerciali per rimanere competitive. Sottolinea che l'integrazione delle tecnologie remote è fondamentale in questa trasformazione. Riconosco pienamente gli ostacoli che queste aziende devono affrontare ed è chiaro che adattarsi a modelli in evoluzione è fondamentale per la crescita futura. Siamo qui per essere parte di questo viaggio, assicurando che la tecnologia agisca come un potente alleato durante questa transizione. 

 

 

Il mondo post-pandemia ha visto intensificarsi la corsa delle aziende a migliorare la redditività. Con l'accelerazione dell'adozione di soluzioni remote durante il COVID-19, in che modo la vostra ultima release posiziona Rods&Cones in questo panorama competitivo? 

 BD: La pandemia ha indubbiamente ridisegnato diversi settori, con la sanità in prima linea. In questo panorama, le soluzioni remote sono passate dall'essere una semplice comodità a una necessità assoluta. Oggi siamo orgogliosi di essere il principale fornitore di servizi remoti nel settore sanitario, distinguendoci per le nostre soluzioni compatte e portatili. La nostra versione 3.0, che vanta funzionalità software migliorate, insieme alla vasta gamma di kit hardware di cui siamo stati pionieri, ci permette di soddisfare ogni possibile caso d'uso.
Ad esempio, nell'area della formazione e dell'istruzione abbiamo ottenuto un notevole successo, non solo aprendo la strada per il futuro ma, soprattutto, convalidando il business case con un ROI immediato.  

Oltre a ciò, le nostre soluzioni si stanno affermando in diversi settori, dal supporto per i casi, al proctoring remoto, alle attività di precettorato, fino al controllo remoto delle apparecchiature diagnostiche. In sostanza, la nostra ultima release non è solo un adattamento alle esigenze post-pandemiche, ma sottolinea il nostro impegno a fornire un valore aziendale senza pari, guidando l'evoluzione delle soluzioni sanitarie remote. 

Immagine sopra: Kit portatili Rods&Cones progettati per soddisfare ogni caso d'uso.

 

Infine, con l'uscita della versione 3.0, come vede l'Rods&Cones nel prossimo futuro? 

 BD Il futuro è luminoso. Continueremo a innovare, ad ascoltare i nostri utenti e ad adattarci. Questa release è una pietra miliare, ma è solo una delle tante che ci accompagneranno nel nostro viaggio per rivoluzionare le collaborazioni mediche. 

 

 

 

 

Siete interessati a sapere come la tecnologia Rods&Cones potrebbe trasformare la formazione e l'istruzione medica nel vostro istituto? Parliamone! Contattateci 

Articoli correlati

Contatta il nostro Sales Team