L'assistenza chirurgica a distanza è destinata a rimanere anche dopo la pandemia. Ecco perché.

L'assistenza chirurgica a distanza è destinata a rimanere anche dopo la pandemia.

A cura del prof. dr. Corstiaan Breugem Responsabile Chirurgia Plastica Pediatrica Amsterdam UMC Presidente Interplast Olanda, Associazione Olandese Palatoschisi Craniofacciali e vicepresidente Associazione Europea Palatoschisi Craniofacciali

Di recente ho supervisionato l'intervento di uno specializzando senior senza entrare in sala operatoria. Lo specializzando indossava occhiali per l'assistenza chirurgica a distanza, che mi hanno permesso di seguire ogni suo movimento in tempo reale dalla stanza accanto.

Ho deciso fin dall'inizio della procedura che gli avrei dato il minor numero possibile di consigli. Se avessi visto che stava facendo una mossa laboriosa, avrei offerto un suggerimento, ma per il resto avrei fatto del mio meglio per tacere.

Sembrava una scelta semplice, ma lo specializzando mi ha avvicinato in seguito per farmi capire quanto sia stato gratificante l'intervento. Ha parlato della comodità di sapere che ero vicino, unita alla libertà di operare in modo indipendente. Mi ha colpito molto.

In genere, in qualità di chirurgo più anziano, siamo fisicamente in sala operatoria e non sempre ci rendiamo conto di quanto influiamo sulle decisioni dello specializzando. Che si tratti di piccoli commenti o di un sottile linguaggio del corpo, influenziamo ogni loro mossa.

Questo particolare intervento non era facile, ma era una procedura che lo specializzando anziano era più che in grado di eseguire da solo. Tuttavia, di solito non gli viene concessa questa opportunità.

Una nuova prospettiva sull'insegnamento

L'esperienza mi ha offerto una nuova prospettiva in più di un senso. Non solo ho capito il valore di dare maggiore autonomia ai nostri specializzandi, ma mi ha anche fornito un incredibile punto di vista da cui supervisionare il lavoro dei giovani medici.

Indipendentemente dall'intervento o dalla procedura che si sta imparando, i passaggi sono gli stessi: leggere il libro di testo, osservare un chirurgo esperto, provare da soli. Ma quando siete sul sedile del passeggero, sia come studenti che come supervisori di sala operatoria, osservate da un'angolazione di 90 gradi, in bilico accanto al chirurgo che agisce e guardando sopra le sue spalle.

Per risolvere questo problema abbiamo iniziato a mettere una telecamera nelle nostre lampade operatorie, ma spesso l'angolazione era sbagliata e la testa o la spalla di qualcuno bloccava l'operazione. Avere una linea di vista perfetta su ciò che il chirurgo operante sta facendo cambia completamente le carte in tavola. Anche se non eliminerà del tutto l'apprendimento sui libri di testo, sicuramente offre agli studenti un modo più rapido per comprendere l'anatomia, l'embriologia, le procedure chirurgiche e le decisioni soggettive prese lungo il percorso.

Quando guardo un labbro leporino, ci sono così tante cose che non si possono spiegare con un libro di testo o una fotografia. Stiamo risolvendo problemi tridimensionali ed è ora di avere la tecnologia a supporto. L'estensione di un'incisione cutanea di 1-2 mm o la liberazione di un muscolo di 2 mm in più possono fare un'enorme differenza in termini di risultato.

Sebbene l'insegnamento agli specializzandi sia fondamentale per me, anche l'insegnamento agli studenti di medicina è importante. Durante l'intervento chirurgico questo non è sempre possibile a causa della concentrazione sugli specializzandi. Inoltre, gli studenti di medicina assistono a ogni operazione da lontano, mentre lo specializzando è in piedi accanto a me. Tuttavia, con gli occhiali di assistenza chirurgica gli studenti di medicina possono seguire l'intervento in tempo reale, "in diretta", e possono comprendere meglio le discussioni dei chirurghi che eseguono l'intervento "con le mani". Possono anche fare domande.

Apprendimento continuo e composto

Naturalmente, l'apprendimento non è solo compito dello studente: la medicina è davvero una formazione permanente. Poiché nel nostro campo non esiste la perfezione, c'è sempre spazio per il miglioramento; una mentalità che la maggior parte dei medici ha fatto propria.

Proprio come gli specializzandi che supervisioniamo, tutti noi prendiamo decisioni soggettive in una frazione di secondo durante una determinata procedura. Immaginate di poter tornare indietro, rivedere le vostre decisioni e determinare come reagireste diversamente in futuro, eliminando un po' di soggettività da un'operazione futura? In questo modo, l'assistenza remota è uno strumento per tutti noi sulla strada del miglioramento continuo, un mezzo per valutare la qualità del nostro lavoro.

La tecnologia degli occhiali intelligenti per la chirurgia può essere utilizzata in molti altri reparti dell'ospedale. Si pensi a come gli stessi benefici potrebbero essere amplificati se questa tecnologia fosse resa disponibile non solo in sala operatoria, ma anche in terapia intensiva, al pronto soccorso, durante le consultazioni e nelle visite in reparto.

In questo modo potremmo abbracciare il concetto di apprendimento continuo, per mantenere le nostre menti attive, stimolare un dibattito intelligente e incoraggiare la riflessione e la valutazione post-operatoria in diversi scenari.

Altri vantaggi in arrivo

Il valore dell'assistenza remota è stato amplificato dal COVID-19, ma non credo ci siano dubbi sul fatto che questo tipo di tecnologia continuerà a migliorare i risultati chirurgici ben oltre l'attuale pandemia. Il potenziale della tecnologia degli occhiali intelligenti per la chirurgia di portare a interventi migliori e più accurati è relativamente indiscutibile, e i vantaggi sono significativi:

  • Migliore potenziale di pianificazione Una maggiore pianificazione pre-operatoria consentirebbe di utilizzare il tempo di intervento in modo molto più efficace. Abbiamo già visto come tecnologie come la fotografia 3D possano aiutare a determinare il punto in cui praticare l'incisione. Ma immaginate se, utilizzando filmati di casi precedenti, fossimo in grado di rivedere operazioni simili che sono state riprese in dettaglio da vicino. Utilizzando occhiali chirurgici intelligenti, saremmo in grado di ottenere una prospettiva ancora migliore.

  • Riduzione dei tempi di intervento Con una migliore pianificazione e procedure più efficienti si riduce il tempo in sala operatoria. Prevedo che presto avremo a disposizione diversi modi per localizzare muscoli, vasi sanguigni e altro ancora prima di un intervento chirurgico, in modo da spostare ancora di più il processo decisionale in un momento pre-operatorio a basso stress, e garantire una migliore comunicazione durante l'intervento grazie a tecnologie come gli occhiali chirurgici intelligenti.

  • Assistenza sanitaria migliorata in tutto il mondo Avendo lavorato con Interplast Olanda per aiutare a formare i medici nei Paesi a basso reddito, ho visto quanto sia importante che l'apprendimento avvenga in tempo reale e che il supporto sia accessibile da qualsiasi luogo, durante la pandemia COVID-19 e oltre.

  • Standard chirurgici più elevati Ho già notato come la tecnologia di assistenza remota offra l'opportunità di verificare la qualità del proprio lavoro, ma posso immaginare un futuro in cui il controllo di qualità formale venga portato a un nuovo livello. Le associazioni mediche potrebbero valutare i chirurghi ogni paio d'anni in base a quanto sono ancora in grado di eseguire una determinata procedura, riportando l'enfasi della certificazione sulla competenza nel ruolo piuttosto che sulla partecipazione alle riunioni.

  • Riunioni mediche sostenibili Le riunioni sono sempre state un luogo in cui incontrare i colleghi e discutere di casi difficili. Questi occhiali potrebbero essere un ottimo modo per ridurre la nostra impronta di CO2, in quanto gli spostamenti saranno ridotti. Anche l'insegnamento può essere migliorato con video di alta qualità.

  • Supporto nei casi difficili Aiutare il nostro processo di consultazione quando ci troviamo di fronte a casi difficili, come ad esempio durante le chiamate al Pronto Soccorso. In questo modo, lo specializzando residente può consultarsi con il suo specialista supervisore, che molto probabilmente si trova a casa, evitando giri inutili o visite ai reparti di AE.

Scegliere la mentalità dello studente

In fin dei conti, il valore più grande che la tecnologia remota apporta al settore medico è la sua capacità di integrare l'apprendimento, ma queste opportunità di apprendimento vanno ben oltre il tradizionale rapporto professore/studente. Come medici, dobbiamo essere curiosi e impegnarci a migliorare la nostra formazione ogni giorno, e la tecnologia è il mezzo più ovvio.

Sebbene il COVID-19 abbia contribuito ad accelerare l'adozione della tecnologia in tutte le categorie, sono convinto che tale adozione sia destinata a durare a lungo, anche quando i mandati di allontanamento fisico richiederanno soluzioni virtuali. Le tecnologie che avranno un impatto maggiore sono quelle che, come gli occhiali Rods&Cones, si concentrano sull'integrazione del ruolo del medico e sul miglioramento dei risultati dei pazienti grazie a migliori possibilità di insegnamento e coaching.

Contatta il nostro Sales Team